TinyDropdown Menu provablog: ARRIVANO I... MOSTRI.
La Magia della Natura e le sue Meraviglie

giovedì 10 ottobre 2013

ARRIVANO I... MOSTRI.



Torniamo a parlare di Madagascar attraverso le splendide foto che Gianni&Simona ci hanno inviato.
Oggi ci occuperemo dei camaleonti, particolari e straordinari animali, sintesi perfetta di madre Natura.

In Natura non esiste niente di mostruoso, nonostante il nostro modo di giudicare e di interpretare le sue manifestazioni molto volte ci faccia pensare a qualcosa di diverso.....e se invece fossimo noi quel qualcosa di sbagliato o addirittura mostruoso?

Abbiamo intitolato questo servizio "ARRIVANO I...MOSTRI" solo per evidenziare in positivo la loro perfezione e bellezza... in questo sono davvero dei .... mostri! 

Ma andiamo a vedere e conoscere i nostri coloratissimi amici




Queste sono le prime immagini di una tra le particolari specie di "leone di terra" (così viene chiamato il camaleonte) endemiche del Madagascar.


Riteniamo trattarsi di una delle specie tra le 120 specie delle Chamaeleonidae (le specie più grandi appunto)...in particolare dovrebbe trattarsi del Camaleonte di Parson (Calumma parsonii).





Se proprio non fosse la specie più grande è senz'altro una delle specie tra le più colorate.

La caratteristica universalmente conosciuta di un camaleonte è quella di riuscire a cambiare colore, disegno o trama della sua epidermide, possiamo a pieno titolo classificarlo come: uno dei migliori interpreti di mimetismo.
Attraverso un complesso e perfetto sistema, infatti, le due varietà di cellule della sua pelle sono capaci di modificarsi, modificando quindi l'aspetto dell'animale a secondo dell'esigenza del momento.
Un processo che consigliamo di scoprire, leggendo i siti specializzati, la straordinaria sequenza di questa incredibile capacità di modificazione.



Il camaleonte riesce a "cambiarsi di abito" così velocemente, soprattutto sulla base delle emozioni.

Sono proprio le emozioni e gli stati d'animo, umanamente parlando, che gli permettono di innescare quel processo di trasformismo legate, o meglio, dettate ovviamente dalla necessità di vivere o sopravvivere il quel luogo o in quella circostanza.

Esseri mostruosamente adattati, che da milioni di anni sopravvivono grazie a queste loro particolari caratteristiche.

Sono dotati di particolari e robustissime zampe munite di due dita, a loro volta fornite di potenti artigli, che gli permettono una sicura presa a tenaglia sui rami degli arbusti, dove prediligono vivere e cacciare.

La coda poi, può essere definita la loro quinta gamba forte, robusta e prensile, garantisce loro una sicurezza in più ed è sempre impiegata come una robusta cintura.


Anche gli occhi hanno qualcosa di mostruosamente perfetto.

Indipendenti l'uno dall'altro, forniscono ognuno proprie immagini che il sofisticato cervello dell'animale analizza  interpreta e traduce.

Possono ruotare in maniera autonoma a 360° offrendo quindi una visione completa della situazione, senza necessità di doversi spostare di un solo millimetro.


Il camaleonte ha necessità di termorogolazione, che ottiene iniziando di primo mattino, quando con colori scuri inizia a catturare quante più radiazioni solari possibili.

Per ottenere un ottimo ed efficace risultato appiattisce al massimo anche il suo corpo, aumentando così la superfice...illuminabile.... alla faccia di chi ha inventato i pannelli solari!!
Una volta..carico...cambia vestito, indossandone uno, per così dire, più luminoso e colorato.




Il camaleonte non può essere assolutamente definito...un razzo e quando per qualche ovvio motivo si trova a dover scendere a terra, dimostra tutte le sue difficoltà con notevole imbarazzo.

Si fà secco secco, fine fine e cerca in maniera più veloce possibile di raggiungere il luogo prescelto.
Se poi nel frattempo, amanti come sono della vita sociale...incontra un suo simile...apriti cielo, inizia uno scambio di colorazioni velocissime...dei "vaffa cromatici", con i quali i due soggetti si mandano appunto a quel paese, in silenzio senza un verso ma con tanto tanto colore...i camaleonti ripudiano la vita sociale.

Soprattutto sulle piante i movimenti del camaleonte sono lenti, ritmati...calibrati.
Movimento dopo movimento con una lentezza quasi estenuante, ma precisi precisissimi che culminano quando il suo cervello manda l'impulso ai muscoli (ad esempio quando caccia insetti) della sua lingua...di colpire.
In un attimo una lunga lingua elastica e mortalmente appiccosa, avvolge la preda. Immediatamente, questa rientra dentro la bocca dell'animale, portando con sè il fiero pasto. 
Mostruoso vero??....perfettamente mostruoso..che dite??

Per il momento terminiamo quà, ma abbiamo ancora delle foto estremamente interessanti, di altre specie di camaleonti, appartenenti alle ultime scoperte della specie BROOKESIINAE le specie più piccole che annoverano anche le ultime quattro appartenenti al genere BROOKESIA....ma questi sono.....altri....piccoli mostri!!

Sperando di aver proposto un argomento interessante, come stimolo per una conoscenza più approfondita di questi straordinari quanto meravigliosi animali, non prima di aver ringraziato Simona (l'autrice degli scatti) &Gianni, per la gentilissima condivisione, passiamo a salutare cordialmente tutti gli Amici del blog.

Come anticipato, abbiate un pò di pazienza e vi porteremo ancora in Madagascar a farvi conoscere i camaleonti più piccoli e più...attori del mondo........a presto.
Gli Admin.


Per commentare scegli il sistema che più ti piace:
commenti googleplus
commenti blogger
commenti facebook

4 commenti:

gabriele la rosa ha detto...

Belle immagini complimenti all'autore e a sensazione natura per avercele tempestivamente proposte sempre e comunque con la classe di cui ne sono capaci i nostri admin.Ciao ciao

Stefano Antonello ha detto...

Il Grande Gabriele@, sempre puntuale sempre molto gradito....vedrai nei prossimi servizi sul Madagascar che foto...ciao un caro saluto dagli Admin.

Romeo ha detto...

Riuscite sempre a proporre servizi interessanti corredati da immagini esclusive. Complimenti anche a Simona&Gianni per aver condiviso con tutti noi.
Saluti

Stefano Antonello ha detto...

Grazie a Romeo, da parte di tutti.
Un saluto dagli Admin.